2005

La giuria della XVII^ edizione del Fano International Film Festival 2005, composta da:

Roberta Antonioni
Laura Biagiotti
Fiorangelo Pucci
Stefano Salimbeni
Siba Shakib

dopo aver visionato le 330 opere pervenute e ammesse in concorso inviate da registi italiani e stranieri, ed espresso vivo apprezzamento per l’elevata qualità della partecipazione – sottolineando in particolare la qualificata ricerca di linguaggi innovativi – decide, all’unanimità , di attribuire i seguenti premi:

SEZIONE VIDEO:

1° Premio: “Photomateurs” di Pascal Tosi – Parigi (Francia).
Un film coraggioso per essersi scostato dalla storia classica. Bellissime le ricostruzioni scenografiche ed evidente l’amoroso omaggio al musical americano.

2° Premio: “Un inguaribile amore” di Giovanni Covini – Milano (Italia).
Per lo sforzo umano estremo che è stato fatto. Un film contro ogni vigliaccheria che arriva diritto al cuore. Per avere e dare coraggio.

3° Premio: “Dediche d’amore” di Alessandro Merluzzi – Roma (Italia).
Per la regia e la fotografia ben curate, ma è soprattutto la freschezza e l’ironia della storia a destare simpatia. D’altronde, c’è sempre bisogno di dedicare, con personalità , il proprio amore.

SEZIONE 16 e 35 mm:

1° Premio: “Le tramway d’Andréa” di Alexandre Iordachescu – Genève (Svizzera).
Per l’ottima regia e intensità drammaturgica, ma anche per aver portato sullo schermo l’amore per il proprio lavoro.

2° Premio: “Morir de amor” di Gil Alkabetz – Stuttgart (Germania).
Per la tecnica d’animazione originale, ma anche per l’enorme simpatia della storia. Una boccata d’aria fresca.

3° Premio: “Sunday afternoon” di Gaia Adducchio – Roma (Italia).
Per la forte impronta registica e l’intensità visiva che richiama il cinema nordeuropeo; fotograficamente perfetto e drammaturgicamente enigmatico.

Premio speciale della giuria

“Il naso” di Pietro Sussi – Roma

Migliore attore:

Alessandro Haber, interprete del film La cena di Nanà di Enrico Policardo, Gorizia.

Migliore attrici:

Barbora Bobulova, interprete del film … Spendo i soldi che non ho di Daniela Ceselli, Roma.
Paola Pitagora, interprete del film Fine stagione di Duccio Chiarini, Firenze.

Premio Agis

Il giorno più bello di Lorenzo Cicconi Massi, Senigallia (AN).

Premio Mediateca delle Marche

Siamo d’accordo di Sara Minuti, Macerata e Alice Sivo, Roma.

Premio Shortvillage

Un inguaribile amore di Giovanni Covini, Milano (Italia).

Premio Musicfeel

Imparare dal vento di Direct 2 Brain Srl, Latina

Migliore tesi di laurea di argomento cinematografico

“Più di una lingua. Sovvertimento e decostruzione nel cinema di Quentin Tarantino” di Nicola Sbrozzi, Orciano di Pesaro (PU).
La giuria esprime inoltre vivo apprezzamento per l’elevata qualità delle opere inviate dalla Hamburg Media School di Amburgo (Germania).

Film segnalati dalla giuria con “menzione speciale” Autori italiani

 

  • “Giovanna Z. Una storia d’amore” di Susanna Nicchiarelli -Roma,
  • “Legendoscopy” di Vincenzo Cennamo – Bologna,
  • “The end of flowers” di Arianna De Giorgi – Roma,
  • “Vedo / non vedo” di Tommaso Capolicchio – Roma,
  • “Gli ultimi” di Riccardo Marchesini – Bologna,
  • “Tutto brilla” di Massimo Cappelli – Ascoli Piceno,
  • “CTRL + Z” di Valentina Lucari – Roma,
  • “Solo cinque minuti” di Pierluigi D’Ambrosio -Torre Boldone (BG),
  • “Scalendo” di Patrizia Bollini – Roma,
  • “Elegia dell’Arca” di Antonio Puhalovich – Bari,
  • “Il solista” di Renato Corazza e Vittorio Primerano – Roma

Film segnalati dalla giuria con “menzione speciale” Autori stranieri

  • “Perro negro” di Maria Florencia Alvarez – Buenos Aires (Argentina),
  • “Goodbye” di Steve Hudson – Londra (Inghilterra),
  • “Las viandas” di Jose-Antonio Bonet – Madrid (Spagna),
  • “Cuadrilatero” di Jose Carlos Ruiz – Madrid (Spagna),
  • “1 cle pour 2” di Delphine Noels – Liegi (Belgio),
  • “Intollerance III. The final solution” di Phil Mulloy di Wallasey (Inghilterra),
  • “Love manual” di Riccardo Molina – Valencia (Spagna),
  • “Die strafe gottes” di Louis Zoller – Berlino (Germania),
  • “Der geist von St. Pauli” di Michael Sommer – Amburgo (Germania),
  • “Seuls les oiseaux” di Ahmed Zir – El-Eulma (Algeria),
  • “Heim” di Mara Brummund – Amburgo (Germania),

Film marchigiani selezionati dalla giuria

  • Dall’ombra dell’acero di Chiara Pavoni
  • Portata massima di Damiano Giacomelli
  • Sei mia di Raffaele Di Placido
  • La fabbrica dei pulcini di Luca Alessandroni
  • Essi votano di Maurizio Failla
  • 2 metri quadrati di Domenico Alecci e Luis Rosati
  • Siamo d’accordo di Sara Minuti e Alice Sivo
  • Il giorno più bello di Lorenzo Cicconi Massi
  • Parlo anch’io di Niccolò Bonci Del Bene
  • Il carnevale di Fano. Origini, storia mito di Paolo e Paolo Alberto Del Bianco
  • Rosso di sera del Gruppo M.I.L.P.R.A.B.
  • Lavoro nero di Sergio Canneto
  • Franco Summa. Cittadino dell’arcobaleno di Matteo Giacomelli